NEWS

  • Esoterismo dei Numeri, iniziazione all’Aritmosofia

    Esoterismo dei Numeri, iniziazione all'Aritmosofia
    Vittorio Demetrio Mascherpa - 2019
    Editore: Atanor - Roma, 160 pagine.
     ISBN10: 88-7169-224-1
     ISBN13: 978-88-7169-224-1 

    In questo testo l’Autore, nell’ambito delle tradizioni sapienziali orientali ed occidentali, svolge un’analisi dei numeri della decade che vengono considerati in chiave simbolica ed esoterica, come fasi della cosmogonia e come espressione dei piani dell’essere. Di ogni principio numerico sono trattati la genesi e il ruolo nel processo di manifestazione e viene discussa la natura di ciascun archetipo numerico con le relative estensioni simboliche.

    Il testo si propone, oltre che come potenziale via di accesso al contenuto sapienziale ed esoterico della Scienza dei Numeri, anche come contributo e riferimento per ogni approccio alla simbologia alchemico-ermetica, massonica, religiosa e astrologica.

    BIBLIOGRAFIA:

    A chi fosse interessato ad approfondire l’argomento, della vastissima letteratura sull’argomento proponiamo questa breve bibliografia di testi in lingua italiana.

    MISTICA DEL SEI – Golias – Edizioni Orobiche, Bergamo, 1968.
    NUMEROLOGIA – Austin Coates – Astrolabio, Roma, 1975.
    IL POTERE SEGRETO DEI NUMERI – Giancarlo Tarozzi – SIAD Edizioni, Milano, 1977.
    LA NUMEROLOGIA – Felix Llaugé – De Vecchi Editore, Milano, 1977.
    MAGIA DEI NUMERI – Jorg Sabellicus – Edizioni Mediterranee, Roma, 1977.
    IL DESTINO DEI NUMERI – Ellin Dodge Young e Carol Ann Schuler – Edizioni Mediterraneee, Roma, 1981.
    I NUMERI DELL’AMORE – Sandra Kovacs Stein e Carol Ann Schuler – Mondadori, Milano, 1982.
    I:CHING – Elena Judica Cordiglia – Edizioni Mediterranee, Roma, 1982.
    LA SCIENZA DEI NUMERI – Papus (Gérard Encausse) – Editrice Atanòr, Roma, 1984.
    NUMEROLOGIA E FUTURO – Dusty Bunker – Sonzogno, Milano, 1984.
    I NUMERI – Michael Foster – SugarCo Edizioni , Milano, 1984.
    IL LIBRO DEI NUMERI MAGICI – Maria Grazia Giovannini – Astra, Rizzoli, Milano, 1987.
    I SEGRETI DELLA NUMEROLOGIA – Anna Laura Ricci – Edizioni Mediterraneee, Roma, 1988.
    I NUMERI E IL VOSTRO DESTINO – Rodney Davies – Garzanti Editore, Milano, 1989.
    IL KI DELLE NOVE STELLE – Steve Gagnè, John Mann – Macro Edizioni, Sarsina, 1989.
    GUIDA ALLA NUMEROLOGIA – Ellin Dodge – Armenia Editore, Milano, 1990.
    NUMERI, FORME E GEOMETRIE – Guy O Ven (Guido Forno) – Armenia Editore, Milano, 1991.
    L’UOMO, I NUMERI E IL DESTINO – Anna Laura Ricci – Editoriale Albero, Milano, 1991.
    NUMERI E DESTINO – Andrea Frediani e Giampiero Cara – Atanòr, Roma, 1993.
    NUMEROLOGIA BIBLICA – Nereo Villa – SeaR Edizioni, Borzano (RE) 1995.
    LO SPECCHIO DEI NUMERI – Nicole Delongchamp – Sonzogno, Milano, 1995.
    COLORI E NUMERI – Louise L. Hay – Macro Edizioni, Sarsina, 1995.
    NUMEROLOGIA, TANTRA, AYURVEDA E ASTROLOGIA – Harish Johari – Edizioni il Punto d’Incontro, Vicenza, 1996.
    IL MIO TIPO IDEALE – Renee Baron, Elizabeth Wagele – Lyra, Como, 1997.
    NUMEROLOGIA – Francois Notter – Giovanni De Vecchi Editore, Milano, 1998.
    IL MANUALE DELLA NUMEROLOGIA CINESE – Jean-Daniel Fermier – Hobby & Work Italiana Editrice, Bresso (MI), 1998.
    IL QUADRATO MAGICO – Rino Cammilleri – Rizzoli, Milano, 1999.
    MANUALE DI NUMEROLOGIA E BIORITMOLOGIA – Adriana Velardi – Bologna, 2000.
    ONIROMANZIA NUMEROLOGICA DI OMAR AL-QASIM – Adriana Velardi – Klaren, Bologna, 2000.
    I NUMERI SACRI – Arturo Reghini – Atanòr, Roma, 2003.
    ESOTERISMO DEI NUMERI – Vittorio Demetrio Mascherpa – Atanòr, Roma, 2004.
    I MISTERI DEI NUMERI – Marc-Alain Ouaknin – Atlante, Monteveglio (BO), 2005.

  • L’arte della matematica nella prospettiva

    L’arte della matematica nella prospettiva
    a cura di R.Sinisgalli et alii - 2009
    Editore: Cartei & Bianchi, Prato, 448 pagine.
    ISBN10: 8895686152
    ISBN13: 9788895686158

    Edito nel 2009, questo interessante volume raccoglie gli Atti del Convegno Internazionale di Studi (Roma, Istituto Svizzero, 9 ottobre 2006; Urbino, Palazzo Ducale, 10 11 ottobre 2006) promosso dal Centro Internazionale di Studi Urbino e la prospettiva e finalizzato ad indagare sotto molteplici aspetti il rapporto tra le scienze matematiche e le arti, grazie al contributo di alcuni fra i più autorevoli esperti del settore. Il fulcro delle riflessioni emerse dal convegno sta nel riconoscimento del ruolo centrale rivestito nella storia della prospettiva dagli studi effettuati presso la corte rinascimentale dei Duchi di Urbino da personaggi quali Piero della Francesca, Bramante, Raffaello, Federigo Commandino e Guidobaldo del Monte.

    Dalla seconda metà del Quattrocento alla prima metà del Seicento, infatti, il ducato di Urbino fu sede di un vasto dibattito artistico, tecnico e scientifico, finalizzato a definire l’idea di prospettiva come sistema rigoroso di rappresentazione del reale fondato su basi matematiche, ed a chiarirne le possibili applicazioni in campo pittorico ed architettonico. Dopo gli studi empirici di Brunelleschi e Masaccio, nel 1435 Leon Battista Alberti (più volte ospite a Urbino del Duca Federico da Montefeltro) fornisce nel De Pictura una prima analisi sistematica dell’idea di prospettiva e del metodo prospettico lineare.

    Il merito di aver portato lo studio della prospettiva alla codificazione scientifica, tuttavia, spetta a Piero della Francesca. Nel suo De Prospectiva Pingendi del 1475 e dedicato al Duca Federico sono infatti esposti, per la prima volta in modo matematicamente rigoroso, i fondamenti geometrici della scienza prospettica. L’effettivo distacco tra lo studio della prospettiva finalizzata alla pittura ed all’architettura e la sua formalizzazione puramente matematica va attribuito invece all’urbinate Federigo Commandino ed al suo geniale allievo Guidobaldo del Monte. Quest’ultimo pubblicò a Pesaro nel 1600 i Perspectivae libri sex, trattato pressoché esauriente dell’intera disciplina, che avrebbe aperto la strada a settori della matematica moderna quali la geometria descrittiva e quella proiettiva, oltre che ad un vasto insieme di applicazioni in Meccanica, Architettura, Scenografia teatrale e Computer-graphics. Partendo da questi accenni, gli interventi analizzano con completezza la storia e le applicazioni della prospettiva nell’arte, nell’architettura e nella scienza dal Rinascimento al Seicento inoltrato, e riflettono sul ruolo della matematica nello studio e negli sviluppi più recenti della disciplina.